Poesia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il ringraziamento dell’ anziano

 

Ringrazio: Coloro che capiranno le mani che tremano e il mio cammino stanco.
Ringrazio: Coloro che parleranno con voce alta per risparmiare l’ umiliazione della mia sordità.
Ringrazio: Coloro che cortesemente fingeranno il non vedere durante i pasti, quello che io faccio di scomposto.
Ringrazio: Coloro che mi offriranno un sorriso, una parola bella, o un pò del loro tempo.
Ringrazio: Coloro che sapranno farmi rivivere i bei ricordi del tempo passato.
Ringrazio: Coloro che mi sapranno ascoltare con pazienza quando io ripeterò le stesse cose.
Ringrazio: Coloro che mi aiuteranno soprattutto quando non l’avevò chiesto.
Ringrazio: Coloro che si accorgeranno che la mia vista si è annebbiata e mi porgeranno una mano.
Ringrazio: Coloro che mi compatiranno e non mi faranno sentire il peso del mio pensiero che cammina a rilento.
Ringrazio: Coloro che mi staranno accanto e mi ricorderanno che sono sempre viva e interessante anche se sò che non è così.
Ringrazio: Coloro che mi faranno capire che c’è ancora qualcuno che mi ama e mi pensa.
Ringrazio: Coloro i quali non mi grideranno “Vecchiaccia non capisci niente stai zitta!”
Ringrazio: Coloro che busseranno alla porta della mia solitudine e ricordandosi del mio compleanno con un piccolo fiore.
Ringrazio: Coloro che riusciranno a ricordarsi e fare bene tutto queste cose e quando sarò sulla soglia dell’eternità mi ricorderò di loro presso il Nostro Signore.

 Tina 

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni